Il primo giorno di scuola

Pubblicato: 14 settembre 2009 in News

Il primo giorno di scuola

dalla raccolta Filastrocche lunghe e corte


Suona suona la campanella,
scopa scopa la bidella,
viene il bidello ad aprire il portone,
viene il maestro dalla stazione
viene la mamma, o scolaretto,
a tirarti giù dal letto…
Viene il sole nella stanza:
su, è finita la vacanza.
Metti la penna nell’astuccio,
l’assorbente* nel quadernuccio,
fa la punta alla matita
e corri a scrivere la tua vita.
Scrivi bene, senza fretta
ogni giorno una paginetta.
Scrivi parole diritte e chiare:
“Amare, lottare, lavorare”.

Gianni Rodari (1920-1980)

* assorbente: la carta assorbente. Una volta a scuola si scriveva con il pennino e l’inchiostro: dopo aver scritto, lo studente doveva asciugare l’inchiostro con la carta assorbente per non rischiare di sporcare tutto il quaderno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...